La nutraceutica biodinamica

Aggiornato il: 28 mag 2019

Il termine "Biodinamica"fu introdotto da Rudolf Steiner e fa oggi riferimento ai processi naturali che caratterizzano tutti gli organismi viventi e tutti i sistemi ecologici. Si raggiunge, cioè, un equilibrio dinamico basato sull'autoregolazione, che consente il miglior adattamento possibile alle condizioni ambientali. Lo studio di tale equilibrio non può prescindere dalla conoscenza approfondita degli enzimi, i veri "operai" della cellula. Questo equilibrio è proprio anche del corpo umano in perfetta salute che è capace di resistere o guarire dalle malattie.


Gli enzimi (E) sono macromolecole proteiche in cui la struttura conformazionale è depositaria di "memorie" che derivano dall'interazione coi substrati (S) specifici. L'azione biodinamica degli E prende le mosse dal legame iniziale della molecola di S al sito attivo dell'E, causando la distorsione della struttura tridimensionale sia dell'E sia del S, stabilizzando la molecola di quest'ultimo nel suo stato di transizione, rendendo così il legame più suscettibile all'attacco catalitico. La distorsione dell'E implica un suo cambiamento conformazionale, quindi anche del sito attivo. Questo fenomeno riposiziona alcuni gruppi chimici dell'E in modo ottimale per la reazione catalitica in cui sono coinvolti, migliorando la velocità di reazione e abbassandone l'energia di attivazione.


Da queste premesse derivano nuove strategie terapeutiche che vanno sotto il nome di Terapia Complementare Enzimatica (TCE). Questo nuovo approccio consente di agire secondo Natura, dialogando con gli E fornendo loro i corretti S sui quali lavorare, per permettere alle cellule di svolgere fisiologicamente tutti i metabolismi. Questo significa ritrovare la Salute attraverso una vera e propria "riprogrammazione cellulare".


Un E catalizza la reazione cui è deputato (cioè la rende possibile) attraverso l'interazione tra i S e il proprio sito attivo, formando un complesso E-S. A reazione avvenuta, il prodotto finale viene rimosso dall'E che torna pronto per un nuovo ciclo. Questo meccanismo è caratterizzato da un'altissima specificità, che coincide con la perfetta aderenza conformazionale tra S e sito attivo dell'E, una specificità talmente elevata da controllare qualsiasi processo vitale, in tutti i Viventi, in modo preciso e selettivo. Questo meccanismo è reso possibile da una vera "memoria conformazionale": solo S in grado di essere riconosciuti da tale memoria possono dar luogo alle reazioni fisiologiche.


La TCE non utilizza E, ma lavora sugli E, impiegando S perfettamente riconoscibili da specifici E, (i quali sono il bersaglio della terapia), in quanto ottenuti biodinamicamente, cioè attraverso una serie di reazioni enzimatiche sequenziali che riproducono fedelmente i cicli biologici umani. Si viene così a creare una "terza via", distinta dai farmaci e dagli integratori alimentari tradizionali, quella degli Integratori Alimentari Biodinamici (IAB). Gli IAB sono a tutti gli effetti degli stimolatori biologici non ormonali, in grado di essere immediatamente riconosciuti dalla memoria conformazionale dei nostri E, che vengono così direzionati verso il ripristino della normalità fisiologica. Si ritiene, infatti, che diversi fattori come radiazioni, sostanze cancerogene, anossia (mancanza di ossigeno), calore, possano causare profondi danni alle unità funzionali enzimatiche, provocando lesioni o morte delle cellule o, se vengono colpiti i geni, la trasformazione di una cellula sana in neoplastica.


AMBITI DI APPLICAZIONE


Contrasto allo stress ossidativo e all'invecchiamento

Contrasto alle patologie mitocondriali (es. Parkinson, Alzheimer, sclerosi multipla, SLA)

Contrasto alle patologie metaboliche (es. diabete, cancro, malattie cardio-vascolari, steatosi epatica)

Contrasto alle infezioni virali croniche e ricorrenti (es. epatite C, influenza, raffreddore)

Contrasto della tossicità da metalli pesanti

Contrasto delle malattie autoimmuni e alle allergie

Contrasto del dimagrimento eccessivo e dell'anoressia

Supporto alle problematiche di infertilità

Contrasto di fibromialgia e sindrome della fatica cronica

Miglioramento di problematiche gastro-intestinali (es. gastriti, ulcere, sindrome dell'intestino irritabile, calcoli biliari, candida)


0 visualizzazioni

+39.333.27.37.519.

Ricevo su appuntamento in:

Via Giorgio e Guido Paglia 3, Bergamo, Studio Equilibrio, terzo piano scala B

  • Facebook Icona sociale
  • LinkedIn Icona sociale