Perchè analizzare il microbiota

Con il termine "microbiota" si intende l'insieme dei microrganismi che popolano un certo ambiente. Per quanto riguarda l'Uomo, il più noto e conosciuto è senz'altro il microbiota intestinale, ma sono importanti anche i microbioti di altri distretti, in particolare della vagina, della bocca e delle vie respiratorie, della pelle.

Il microbiota intestinale è un vero e proprio organo e, in quanto tale, deve avere metodi di analisi adeguate e terapie dedicate, che possono essere di quattro tipi: nutrizionali, probiotiche, fitoterapiche o farmacologiche. Conoscere la struttura cellulare dell'organo microbiota (i batteri) permette di comprenderne la fisiologia, la patologia e individuare strategie terapeutiche altamente personalizzate specifiche per il singolo caso. 

Analizzare il microbiota intestinale permette di:

1. Individuare una disbiosi, che è la patologia dell'organo microbiota. Questo permette di conoscere quale sia il contributo del microbiota alterato alla patologia sistemica della persona o, quanto meno, del suo stato di benessere o malessere.

2. Impostare una specifica terapia per quella singola persona. Questo è possibile unendo insieme tutti gli approcci terapeutici: dietetico-nutrizionale, probiotico, fitoterapico e, con il contributo di un Medico, farmacologico (solo se strettamente necessario). 

 

Con il termine disbiosi si identifica una progressiva perturbazione del microbiota. Esistono diversi tipi di disbiosi che colpiscono anche diversi distretti corporei: vaginale, orale, cutaneo e intestinale. La disbiosi si contrappone all'eubiosi, ovvero la situazione in cui la flora batterica è in equilibrio quali/quantitativo con l’organismo. La disbiosi  è responsabile o partecipa a numerose condizioni patologiche. Per questo motivo, l'analisi del microbiota è uno strumento fondamentale per l'elaborazione di una dieta efficace. 

Il test del microbiota è disponibile per l'intestino e per la vagina. 

Quando analizzare il microbiota può fare la differenza

Gravidanza e allattamento, specie se il bambino è nato da taglio cesareo e/o se nutrito con latte di formula.

Cistiti recidivanti e resistenti alle terapie, vaginiti e vaginosi, problemi di fertilità.

Acne, dermatiti di vario genere, anche di bambini molto piccoli (0-12 mesi).

Celiachia, Gluten Sensitivity, allergie di ogni tipo e intolleranze alimentari, malattie autoimmuni.

Sovrappeso, obesità, diabete, malattie metaboliche.

Intestino irritabile, morbo di Crohn, retto-colite ulcerosa, epatiti, cancro.

Ansia, depressione, malattie neuro-degenerative.

+39.333.27.37.519.

Ricevo su appuntamento in:

Via Giorgio e Guido Paglia 3, Bergamo, Studio Equilibrio, terzo piano scala B

  • Facebook Icona sociale
  • LinkedIn Icona sociale